Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider Vinaora Nivo Slider

Agenzia delle Entrate accesso diretto ai Conti Correnti

agenzia_delle_entrate.jpg

 

Si chiama SID (sistema di interscambio dei dati) il nuovo sistema informatico completamente automatizzato che permetterà all’Agenzia delle Entrate di avere accesso diretto ai movimenti di conto corrente degli italiani al fine di verificarli.

Con questo sistema, a prova di privacy, come spiegato dal Direttore dell’agenzia Attilio Befera, non ci sarà intervento umano, in quanto il software prenderà direttamente le informazioni dagli operatori finanziari e le confronterà con i dati reddituali al fine di scoprire eventuali evasioni.

Non è ancora chiaro quali siano i criteri che tramuteranno la verifica in accertamento per il correntista, ma l’Agenzia ha già reso noto che sono in fase di elaborazione i criteri per stilare le liste dei contribuenti a maggior rischio evasione; è certo però che ogni italiano che possiede un conto corrente nel territtorio della Repubblica potrebbe essere soggetto a verifica sulla base dei movimenti, del saldo iniziale e finale di ogni tipologia di rapporto intrattenuto nel territorio Italiano.

I dati relativi all’anno 2011 verranno inviati entro il 31 ottobre 2013, mentre quelli del 2012 entro 31 marzo 2014. A regime le banche trasmetteranno la comunicazione annuale entro il 20 aprile 2014.

Per maggiori informazioni scrivi una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Share

Fiat Industrial sposta sede legale nel regno unito

fiat_sposta_sede_legale_nel_regno_unito.jpg

Fiat Industrial ha annunciato che intende spostare la sede legale nel Regno Unito una volta completata la fusione con la controllata americana Cnh. Nel terzo trimestre dell’anno, Fiat Industrial intende acquisire il 12% dell’azienda americana che ancora non possiede, per poi operare in modo da essere considerata residente nel Regno Unito. Il Financial Times ha definito quest’atto come “l’ultimo colpo all’Italia”, la cui tassazione al 31,4% e la stagnante economia vengono considerate condizioni punitive da parte degli industriali Italiani; il Regno Unito, con la sua tassazione più dolce al 23,25% risulta attrattiva per le grandi aziende, senza contare che la corporate tax verrà ulteriormente tagliata al 20% a partire dal 2015. Il governo britannico, a partire dal 2012, ha inoltre ammorbidito le regole fiscale sulle aziende straniere, aprendo le porte della propria economia agli investimenti esteri e confermandosi come uno dei più interessanti paesi Europei dove fare business.

Associated Law Advisor è specializzata nella costituzione di ltd in Inghilterra. Se anche tu vuoi aprire una ltd contattaci al numero +44 (20) 75141773 o scrivi una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Share

Costituire una Società all'Estero

Costituire una Società all'Estero può rappresentare una valida opportunità in merito di tutela del patrimonio e fiscalità agevolata. All'interno della Unione Europea troviamo infatti Paesi che offrono interessanti vantaggi in tal senso ai cittadini membri nel pieno rispetto della legalità...LEGGI TUTTO

Share

apertura conto corrente estero

  

prelievo forzoso conti correnti

Apertura conto corrente estero. Conviene?

I recenti avvenimento in merito al prelievo forzoso effettuato dall'Europa nei confronti di Cipro, e le proposte in merito ad un prelievo forzoso in Italia ai danni dei correntisti italiani ha reso più che mai attuale l'eventualità di differenziare i propri investimenti trasferendo, in tutto o in parte, i propri risparmi all'estero.

Il trasferimento di denaro all'estero è una forma ditutela patrimoniale assolutamente legale e lecita, purchè i fondi siano di proprietà lecita e legittimamente detenuti e vengano opportunamente dichiarati.

L'Austria, attualmente, rappresenta una valida opportunità per l'apertura di un conto corrente estero a privati, che potrà essere gestito on-line come un normale conto italiano, con la possiiblità di ricevere ed effettuare bonifici ed utilizzare il conto anche on carta di credito.

L'Inghilterra rappresenta un'altra valida opportunità per l'apetutra di conti societari esteri: le nostre banche convenzionate a Londra possono aprire un conto in inghilterra in poche ore, con rilascio di carta di debito e Home Banking, bassissimi costi di gestione e possibilità di avere il conto anche in Euro e Dollari anche con gestione fiduciaria.

Ricordiamo che le banche Austriache come le banche Inglesi ricevono clientela solo su segnalazione di operatori accreditati come Associated Law Advisors: contattaci per maggiori informazioni o chiama il numero +44 (20) 75141773. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Share

Prelievo forzoso: un’ipotesi sempre più possibile

prelievo forzoso conti correnti

Prelievo forzoso: un’ipotesi sempre più possibile

Dopo il caso Cipro il prelievo forzoso è un argomento di grandissima discussione. Il presidente del’Eurogruppo ed altri leader di alcuni paesi, tra cui Hollande, avevano infatti dichiarato che il caso di Cipro poteva fare da modello, e che sarebbe stato opportuno un prelievo forzoso del 15% in alcuni paesi Euro, soprattutto quelli mediterranei (Italia,Spagna,Grecia in primis), per risanarne l’economia. Queste dichiarazioni sono state subito smentite dagli stessi che hanno affermato che il deposito ha garanzie irrevocabili e che nessuno avrebbe potuto prelevare forzosamente denaro dai conti correnti dei cittadini ma, quando una voce inizia a prendere piede e più persone di spicco nel panorama europeo ne parlano, allora magari un fondo di verità c’è!

Come spesso accade, quindi, sarebbe un onere dei paesi dell’Euro più “deboli” quello di salvare l’euro, chiedendo, anzi imponendo, ai rispettivi cittadini uno sforzo economico ingiustificato ed insensato.

Quindi per non essere colti impreparati e non rimanere fregati, perché di questo si tratta, il consiglio che possiamo darvi è di trasferire i vostri risparmi, valori mobiliari ed immobili a società non residenti in tali paesi ,di cui voi stessi, ovviamente, sarete i proprietari, o semplicemente di aprire conti correnti esteri, da voi stessi gestiti, che vi tutelino da qualsiasi ingiustizia cui potreste essere soggetti.

Questa operazione, del tutto lecita se opportunamente seguita da professionisti esperti, ha costi molto bassi ed i patrimoni così trasferiti possono essere riportati nel paese in cui si trovavano in qualsiasi momento e senza nessun onere fiscale. L’unico onore che bisogna sostenere, nei confronti dello Stato, è l’IVAFE una nuova imposta introdotta recentissimamente che va a colpire depositi bancari esteri e valori mobiliari detenuti in altri Stati da soggetti residenti in Italia. Questa imposta però è calcolata come l’1,5 per mille di ciò che è detenuto all’estero, quindi un importo ridicolo rispetto a quello che deriverebbe da un prelievo forzoso del 15%(ma anche del 10% o del 5%).

Contattaci per una consulenza o scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. : i nostri esperti di lingua italiana sapranno indicarti la migliore modalità per trasferire i tuoi beni all’estero nella più completa legalità.

 

 

Share